Comunicazione

Acqua potabile, 4 anni fa il M5S chiedeva il rimborso delle fatture idriche

Sono bastati poco più di 4 anni al sedicente partito di “Anguillara in movimento” per rinnegare le dichiarazioni fatte e tradire la speranza di chi, in buona fede, alle stesse ha davvero creduto.

Di seguito alcuni passaggi che “Anguillara in movimento” scrisse nella seconda metà del 2014.

Ricordiamo all’amministrazione che sono nostri dipendenti e che la battaglia per l’acqua potabile, pubblica e salubre, vede un lungo percorso nella vita del Comitato Anguillara in Movimento e la collaborazione sul territorio anche con altri comitati locali“.

Come Comitato (in movimento, ndr) non abbiamo mai parlato di aumenti sulla bolletta dell’acqua, ma di potabilità e di erogazione dell’acqua nelle abitazioni, dove spesso c’è un problema, soprattutto per i cittadini di Ponton dell’Elce, che si ritrovano a pagare un servizio del quale non hanno usufruito e come prevede l’ AEEG in caso di non potabilità il comune può, anzi, DEVE diminuire la tariffa idrica“.

Diciamo che questo servizio idrico fa acqua da tutte le parti. Visto che il garante in caso di non potabilità ammette dei risarcimenti da parte del comune“.

Altre parole sono superflue.

Enrico Stronati

Una risposta a "Acqua potabile, 4 anni fa il M5S chiedeva il rimborso delle fatture idriche"

I commenti sono chiusi.